COMUNICO, QUINDI SONO (da Virgilio a Zuckerberg) – La fabbrica delle Parole di Libra 2.0 – prossimi laboratori, da settembre

COMUNICO, QUINDI SONO
da Virgilio a Zuckerberg
La fabbrica delle Parole di Libra 2.0

prossimi laboratori, da settembre

  • marketing e comunicazione
    PROMUOVERE UN EVENTO
    Stampa, social media e social network
  • SCRIVERE UN PROGETTO
    Strategie vincenti ed errori da non fare
  • VENDERE UN PRODOTTO
    Imprenditoria self-help

 

  • creatività
    WRITING COACHING
    CORSO DI SCRITTURA NARRATIVA
    corso base
  • WRITING COACHING
    CORSO DI SCRITTURA NARRATIVA
    corso avanzato
  • LABORATORIO POETICO
    PERCHE’ POIESIS VUOL DIRE “FARE”

 

  • professione reporter
    INCONTRI SUL GIORNALISMO
  • DIVENTARE ADDETTO STAMPA: COME?

 

  • Il colore delle parole
  • SCRITTURA EROTICA
    Tutto quello che avreste sempre voluto scrivere sul sesso  (ma non avete mai osato dire)
  • LA POESIA DELLE DONNE
    percorsi di genere

INFO su costi e date

366-4008466  maggi.monica@gmail.com

 

Annunci

Ed io, che sono?

“…e quando miro in cielo arder le stelle;
dico fra me pensando:
a che tante favelle?
che fa l’aria infinita, e quel profondo
infinito seren? Che vuol dir questa
solitudine immensa? Ed io che sono?”

(Giacomo Leopardi, Canto di un pastore errante dell’Asia, vv. 84-89)

Buon Ferragosto di luce.

LIBRA VA IN VACANZA….E VI REGALA UNA POESIA!

io mi fido di te
(Maria Grazia Calandrone)

quando l’alba era un coro levato da una terra radiosa
quando eri iniziale e dal tuo labbro
gocciava l’amnio
del troppo amore non sarà troppo? tutto questo amore

fra le tue braccia ricominciava il grido delle rondini in aprile e l’odore di muschio e di rosa canina della
casa sulla pietra viva, l’impeto
della pietra e il rumore del ferro delle biciclette tra le piante di fico ad altezza umana

a volte avevi sapore di sale come il deserto, a volte
la logica della merce abbandonata in un porto
tra i fischi delle navi e dei cormorani

allora ripassavo con lo sguardo
il bassorilievo delle tue belle vene, il delta che affiorava sulla tua fronte quando sotto la volta
dell’intelletto strisciava il branco silenzioso e illogico del desiderio, allora un’iridescenza di mante
si levava dal fondo sabbioso del tuo essere e immaginavo
gli affluenti perduti nell’opacità del corpo
come ombre idroelettriche

qualunque raggio, qualunque bene
e male tu incarnassi, riconoscevo il suono delle tue scarpe azzurre

la gioia dura del fiore
nel giallo
del chiostro

poi la nebbia depone il suo silenzio sul lavoro invisibile della crescita
e dei transiti umani
poi, avviene sul mare:
la tua figura si ammorbidisce sotto il mio sguardo

cobalto
profondo

in silenzio
mi dici
rimani

perché non ho finito di fiorire

………………………………..

LIBRA VA IN VACANZA (ma solo per agosto….)
Se volete sostenere LIBRA e le sue attività, potete tesserarvi con la quota annua di 5 euro
e lasciando il vostro nome e cognome (verrete ricontattati per l’invio del modulo)

versati su IBAN IT83 T087 8739 3500 0000 0006 234

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI RIANO

Ag. Centrale
Via Dante Alighieri
00060 Riano (Roma)

LASCIATE CHE LA LIBERTA’ REGNI, dedicato a Nelson Mandela – Biblioteca Nelson Mandela martedì 18 luglio ore 17.30 via La Spezia 21

Lasciate che la libertà regni.
Il sole non tramonterà mai su una così gloriosa
conquista umana.
(Nelson Mandela)

Biblioteca Nelson Mandela
martedì 18 luglio ore 17.30
via La Spezia 21

Un pomeriggio di poesie dedicato a Nelson Mandela, in occasione dell’anniversario della sua nascita, sui temi di libertà e umanità,
profondamente uniti nel suo pensiero. Solo riconoscendo in ogni persona
un essere umano si può riconoscere la sua libertà.

Per l’ultimo incontro de I POETI SALVERANNO IL MONDO, vi aspettiamo
con le vostre poesie, le vostre opinioni e la nostra usuale offerta di una tazza di tè

Info: centro.culturale.libra@gmail.com

PAGINE VIAGGIANTI 2.0, finanziato con legge regionale 21 ottobre 2008, n. 16 – Avviso pubblico IO LEGGO