Chiudono librerie, chiudono case editrici, si chiudono porte, si apre uno sguardo diverso.
E il monito è di rendersi fluidi, guardare al di là di limiti ovvi, capire, leggere oltre il leggibile.
Il libro non parla a tutti, il libro come la scrittura come la cultura si offre comprensibile a pochi, bisogna saperlo fare, bisogna rischiare, provare, osare, inventarsi, trasformare il gesto in un azzardo.
Mai svendersi, mai abbassarsi a scambi illeciti e illegittimi, ma anche mai arroccarsi su punte aguzze come i propri spigoli.
Volare. Voliamo. Solo rendendosi leggeri si può combattere la pesantezza dell’ignoranza.

IMG_3395 (800x533)
……………………..

LIBRA 2.0 – CHI E’ E COSA FA

L’Associazione Culturale Libra nasce come Libraria a dicembre 2010, e diventa LIBRA il 10 maggio 2012.

LA MISSION

Produrre eventi per la promozione della cultura, delle arti, degli artisti emergenti e dell’artigianato.

Favorire, attraverso eventi aperti ad altre culture e tradizioni, l’aggregazione, l’interculturalità, la conoscenza tra i popoli, l’integrazione.

Diventare un punto reale di riferimento per le associazioni e per le singole realtà nella realizzazione di progetti artistici sostenibili nel tempo.

Creare nel tempo un team (tramite partnerships) che attivi dei servizi (quali la formazione, la promozione, la progettazione, la comunicazione / pubblicizzazione e ricerca sponsor) per la creazione di piccole imprese nel settore dell’arte e dell’artigianato.

Costruire una rete di collaborazione con altri enti, al fine di operare in collaborazione, e “inventare” insieme nuove strategie per facilitare i rapporti sociali nella promozione delle arti e dell’artigianato.

I PRODOTTI

Laboratori di

Poesia
Comunicazione & marketing
Giornalismo
Formazione aziendale per addetti stampa
Produzione eventi
Scrittura di genere
Uffici stampa

GLI EVENTI CURATI DA LIBRA

Anno 2010

Venerdì 10 dicembre ore 21 Giovanna Rotigliano, autrice ottantenne di “Il sapore dei sogni”: piccole poesie di un’attenta osservatrice del mondo, Fefè Editore

Sabato 11 dicembre ore 18.30 Francesca Palumbo presenta “Il tempo che ci vuole”, primo romanzo e caleidoscopio acuto di personaggi. BESA editrice

Venerdì 17 dicembre ore 21 Chiedi alle mani, ultimo romanzo della scrittrice Mariastella Eisenberg: 19 microracconti che fanno un romanzo avvincente, un ritratto Sovera Edizioni

ANNO 2011 –PRESENTAZIONI/CONFERENZE

“COMUNICAZIONE & RELAZIONE” con Annalisa Pellegrino

Mario Quattrucci e “FATTACCI BRUTTI A VIA DEL BOSCHETTO”

MINA WELBY e la sua storia con Piergiorgio

FAVOLANDIA, giochi e fiabe per bambini dai 4 ai 6 anni

Civiltà extraterrestri III, Le ingerenze aliene, a cura di Alessandro Marcon

presentazione del libro Il vangelo di Maria Maddalena di Elio Bonanni

incontro con Mina Welby nel Salotto delle Donne e presentazione di Ocean Terminal: la malattia, il rapporto di coppia

PRIMO MERCATINO DEL LIBERO SCAMBIO

Primo Incontro sulla lavorazione del Feltro

“L’anello inutile” di Maria Pia Romano, (Besa editore) reading e presentazione libro

Tonino Aspergo : cosa chiedo al rapporto di coppia

ANNO 2011- GRANDI EVENTI

INDIA : reading, tessuti, musica e proiezioni sull’India (febbraio 2011) con la Comunità Krishna di Mazzano (Roma)

OMAGGIO ALL’UNITA’ d’ITALIA : reading sulla Costituzione (marzo 2011)

ASHRAM in concerto (Morlupo, aprile 2011)

L’ALTRA CAMPANIA: (17 giugno 2011) il libro di Flavia Amabile FIORDAMALFI presentato con la musica degli Ashram.

OCEAN TERMINAL, (16 dicembre 2011) il libro di Piergiorgio Welby presentato da Mina Schwett Welby

ANNO 2012

EXCURSUS, (28 gennaio 2012) omaggio alla Giornata della Memoria. Concerto degli Argine, presentazione del libro della scrittrice armena Sonya Orfalian, tavola rotonda, cena etnica.

I MISTERI DI DANTE (aprile 2012) lettura e interpretazione della Divina Commedia, Rignano Flaminio

LA CASA ECOLOGICA (maggio 2012) con Carlo Lazzareschi Belloni, Rignano Flaminio

LA NUOVA SCUOLA DELLE ARTI (maggio 2012): documentario su Wislawa Szymborska e inaugurazione di laboratori di poesia e immagine (Galleria d’Arte Animatamente, Roma)

IL GIRO DEL MONDO IN 90 GIORNI (giugno – settembre 2012), Roma Tuscolano IX Circoscrizione: 7 appuntamenti dedicati alla interculturalità. Un contenitore di danza, musica, letteratura, poesia e enogastronomia per favorire la comprensione e la conoscenza di altre culture e tradizioni. (Gelateria Splash, via Eurialo 102, Roma)

2 VOCI 2 MAGIE, la Grotta di sale e la poesia della Szymborska (luglio 2012) : proiezione del docufilm su Wislawa Szymborska e letture di poesie (Grotte di sale Salbea, Roma)

AAA..ESORDIENTI CERCASI (E OFFRESI) -Roma, AreaViva (20 luglio 2012) Una minifiera dell’editoria con l’incontro tra scrittura esordiente e piccole/medie case editrici.

ANGEL LUIS GALZERANO in concert (Roma, 23 luglio 2012)

DAMMI MILLE BACI, Morlupo (piazza delle Carrette, 10 agosto 2012). Serata di letture di classici latini (Catullo, Orazio, Marziale, Sulpicia) con musica a tema.

restate in contatto con LIBRA 2.0

Un fantastico WORKING IN PROGRESS ci aspetta

ASSOCIAZIONE CULTURALE LIBRA

via Tiberina km. 9,200 – 06/9081376

RIANO (ROMA)

http://www.libraduepuntozero.it

https://libraduepuntozero.wordpress.com/

centro.culturale.libra@gmail.com

skype MonicaMaggi 347-7618417

facebook Duepuntozerolibra

twitter libra2punto0
………………………………

AAA…ESORDIENTI CERCASI (il giorno dopo)

Ce l’ho fatta, mi sono ripresa.
Oggi voglio ringraziare tutti, lasciare un segnale di soddisfazione piena e dire che siete, sono stati tutti fantastici.
Una cosa iniziata così, quasi per gioco, è diventata una manifestazione a tutti gli effetti.
Ha fatto storia, farà parlare, ha creato un precedente.

Per me in particolare, dopo la chiusura non desiderata ma necessaria di Libra (e non per questioni economiche, ripeto ancora una volta, ma per salvarmi da un’erosione ineluttabile di risorse ed energia) AAA…ESORDIENTI CERCASI è stata la prova del nove.

La Cultura è lavoro. Da’ lavoro, impegno, possibilità, fa impresa.
Basta con i luoghi comuni in cui la cultura non deve sporcarsi di denaro. Dipende. Se il Denaro è guadagnato onestamente, ben venga la Cultura pagata. Altrimenti, se continuiamo così, lasciamo il bene della cultura in mano a pochi che la centellinano solo per avere potere.
La cultura è di tutti, fatta dovunque, che sia il viale alberato di un vivaio sulla Flaminia (tra camion, bus e furgoni dell’Ama), sia in una piazza o una strada del Tuscolano.
Sto progettando eventi in luoghi impensabili per eventi “classici”. E vi garantisco che si faranno.

Grazie ancora, perchè lavorare nella cultura è difficilissimo, e creare eventi lo è ancora di più. Tutto può andare alla malora per un niente: un microfono che non funziona, un filo che si stacca, un buffet ottimo per 80 persone e non per 120, un freddo serale inaspettato, un ingresso a volte contestato, un tavolo che non si trova.
Però venerdì tutto è andato alla grande, perchè c’era voglia di provare.

Si rifarà, domenica sera il manipolo degli intrepidi si riunirà da me per riflettere e organizzare di nuovo.
Non perdeteci di vista, non mollate la presa

la vostra libraia 2.0

………………………………………

LIBRA 2.0, DUE MESI DOPO (CIRCA)

Cosa sta facendo LIBRA oggi e, soprattutto, dov’è LIBRA?

Una rassicurazione prima di tutto: LIBRA c’è, e ha molte più sedi di prima.
Ma non sono sedi tradizionali, il classico negozio con cassa e registratore annesso e la libraia in pianta stabile.
LIBRA è stata ospitata e lavora con una formula completamente nuova: la collaborazione nell’itineranza.
Dopo due anni di attività e un trasloco alla velocità della luce e in solitaria assoluta, ho deciso: la produzione culturale e artistica, in una parola la creatività che diviene cultura e impresa, può nascere solo dove esiste nomadismo, movimento, itineranza. Fermarsi tra scaffali e quattro mura può fare (di questi tempi un po’ meno) impresa commerciale, ma sicuramente non produzione creativa e artistica. Provare per credere.

Il 10 maggio l’impresa LIBRA è diventata Associazione Culturale LIBRA, in rete è conosciuta come LIBRA 2.0 e ha raccolto l’invito di una decina di luoghi, tra Roma e Provincia. La formula: vieni qui, stipuliamo un accordo, io ti metto a disposizione il luogo, tu (LIBRA) crei eventi, incontri culturali, concerti, proiezioni, serate di musica e letture e (il mio forte) laboratori di scrittura e poesia. Insomma, quello che avevo sempre fatto prima di diventare libraia. In più con un angolo allestito di libri, soprattutto (ma non solo) di poesia,sia da leggere che da vendere. Avevo già iniziato il 12 febbraio di quest’anno con il GIARDINO PARIOLI, ed è stato naturale proseguire così.

L’effetto è stato moltiplicatore e sorprendente.
Ad oggi le sedi certe, dove LIBRA sta lavorando, sono sette:
■ROMA TUSCOLANO (Gelateria Splash)
■ROMA TUSCOLANO (Grotta Salbea)
■ROMA PARIOLI (Giardino Parioli)
■ROMA TRASTEVERE (Galleria d’Arte Animatamente)
■RIGNANO FLAMINIO (via Garibaldi 76)
■RIGNANOFLAMINIO (Villa Samadhi)
■CASTELNUOVO DI PORTO (Keyevent)

La prima nuova sede, la Grotta di sale di Capena, attende di partire ufficialmente. In preparazione anche Morlupo.

LIBRA 2.0 ha già messo a segno progetti e serate.
L’11 marzo TRA AMORE E RIVOLUZIONE, docufilm di Alessandra Ciotti e Maria Teresa Schiavino (Giardino Parioli)
Il 31 marzo e il 25 maggio proiezione di LA VITA A VOLTE E’ SOPPORTABILE, un film su Wislawa Szymborska (Giardino Pariolin e Galleria Animatamente)
L’8 giugno il NEW READING DI MEZZA ESTATE (Giardino Parioli) è stato un vero successo, tant’è vero che si replicherà alla grande il prossimo 20 luglio ma in un luogo grandissimo e suggestivo.

E ancora:
15 giugno presentazione di SUERTE (Giulio laurenti, Einaudi ed)
16 giugno presentazione di I PEGGIORI (Chiara Zaccardi, Noubs)
29/30 giugno: laboratorio di scrittura erotica, XPLORE Roma

La grande data sarà il 28 giugno prossimo con la Gelateria Splash e IL GIRO DEL MONDO IN 90 GIORNI, sette tappe di un’estate romana nel quartiere Tuscolano, tutta dedicata all’interculturalità tra musica, danza, fotografia, poesia e cibo.
Insieme a noi anche AMREF e ForumSad, realtà che sostengono adozioni a distanza e solidarietà per l’Africa (e non solo).

E poi c’è sempre la mia fidata e fedele navicella rosso fuoco, carica di libri per mercatini e consegne a domicilio, il mio sito https://libraduepuntozero.wordpress.com e la mia pagina face. Si può ordinare via mail, pagare con PAYPAL o POSTPAY e la libraia consegna personalmente, o spedisce .

Insomma, LIBRA 2.0 c’è.
Seguitela……

……………………………

La vita a volte è sopportabile

Roma, 25 maggio 2012

Galleria Animatamente & Libra 2.0

 

una serata bellissima, un angolo di Roma incantato (Trastevere), uno spazio che sa di poesia da una parete all’altra, tanta gente e molta commozione per un film (La vita a volte è sopportabile) che ho visto per la quarta volta.
E per la quarta volta e per una volta di più mi convinco che la poesia fa muovere il mondo e la gente, che la cultura può dare lavoro, che l’aggregazione è il vero potere pacifico ed eversivo, che l’itineranza significa contagio dell’idee.
Che Libra 2.0 è molto più che un’idea.
Grazie a Francesca Borsetti, Animatamente e a tutte le persone che amano la poesia

 

………………………………………….

 

 

 

Prima di Libra 2.0 esisteva Libra, una libreria a Morlupo, un paese a trenta chilometri a nord di Roma.

Vendevo libri, organizzavo letture, proiezioni di film, avevo radunato un pubblico incredibile a pensarci ora: dai giovanissimi appassionati di manga alle persone meno giovani alla ricerca di un libro diverso dai soliti. Avevo creato una stanza per i libri di poesia, con titoli che pochi altri luoghi in Italia possono garantire di avere.

Ma il libraio deve cambiare insieme al mondo che cambia, non puo’ restare fermo in un altro tempo. Vendere libri non puo’ essere oggi, nel Terzo Millennio, dover pagare bollette da usura, affitti, dover cercare soci perche’ non si e’ in grado di farcela da soli come per più di due anni ho tentato di fare.

Il libraio e’ un mestiere per gente solitaria e nel mondo 2.0 deve seguire regole diverse: leggerezza, velocita’, capacita’ di arrivare a tutti. Ho lasciato il negozio, un luogo fisso che stava diventando un peso esagerato per me. Ho lasciato Morlupo. E ho deciso di lanciare una sfida a me stessa: riuscire a portare la poesia a tutti, fare in modo che tutti leggano almeno un verso al giorno. Ho aperto questo blog, non un sito che richiedeva già una presenza di una persona più esperta di me ma un blog, una delle forme di espressione più libere e leggere che esistano oggi.

E quindi ora si va e ve lo prometto: Libra 2.0 sara’ la libreria di tutti, una libreria 2.0, una casa per le emozioni di chiunque voglia avvicinarsi

11 pensieri su “Come si diventa Libra 2.0

  1. tu sei la mia Maggi 1.0, 2.0, 3000.0

    (mangio pane e wordpress, quando vuoi e se hai bisogno lancia un fischio)

    la tua Ape per nulla solitaria!

    1. Cara LapeGaYa, non sai quanto ci piacciono quelle come te che mangiano pane e WordPress.

      Un bacio Monicaaaaaaaaaa!!!! Bello il Blog!

  2. La Cultura è l’ancora per la nostra nave in panne. Intelligente la decisione di innovarsi in Libra 2.0 portando libri e versi, riflessioni e canti dell’anima, ovunque ci sia bisogno di Bellezza. Grazie Cuore di Luce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...