Continuo a pensare al film di ieri sera, THE SHAPE OF WATER.
E ci penso perchè è stato completamente diverso da come me l’aspettavo.

Non un film d’amore, o almeno, non solo. Ma un film sulla COSCIENZA E POTENZA DELL’AMORE . Che fa, e muove le cose, e attiva le coscienze collettive, che mobilita e va oltre le difficoltà.
CHI NON FA NIENTE, NON E’ NIENTE, dice Eliza (la protagonista muta) all’amico omosessuale che non vuole farsi coinvolgere (ma poi si lascerà travolgere e cambierà la prospettiva di vita) da quel piano assurdo: liberare la creatura magica e mostruosamente affascinante di cui Eliza è innamorata. Liberarla PRIMA della vivisezione a cui è destinata (siamo nella Guerra Fredda, gli americani e i russi sono alla lama del coltello e devono dimostrare reciprocamente la loro forza).
PRIMA della vivisezione, per non piangere DOPO.
FARE, muovere, agire, combattere anche con il sorriso, con il FOTTITI muto che Eliza sillaba al cattivo di turno, che la aveva anche molestata.
Inutile cercare soluzioni di comodo, nicchie dove nascondersi, alibi con cui coprirsi, metafore e false chimere di cambiamento. SE NON FAI NIENTE, NON SEI NIENTE.
L’amore fa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...