POESIA, SOSTANTIVO FEMMINILE
Le parole delle donne per sconfiggere la guerra
Biblioteca Nelson Mandela
martedì 28 marzo ore 17.30
via La Spezia 21, ROMA

“…perché una donna non può fare finta di non essere donna. Ed essere donna significa conoscere la propria soggezione, significa vivere e respirare la degradazione e il disprezzo di sé che si può superare solo con fatiche dolorose e lagrime nere”. (“Le poesie delle donne”, Dacia Maraini).

Il quarto incontro de I POETI SALVERANNO IL MONDO è dedicato alle donne, e a due donne in particolare: la curda Bejan Matur e Maram al-Masri, siriana.

Matur racconta che “solo attraverso la poesia riesce a raggiungere i propri orizzonti”, e solo nella poesia usa la lingua della sua famiglia, il curdo per l’appunto, idioma che per anni è stato vietato nel suo paese d’origine, la Turchia.

Maram al-Masri racconta il suo paese natio, la Siria, dal regime alla rivoluzione. In questo periodo spesso la poetessa visita i campi di accoglienza per i profughi siriani, perché “è l’unico cosa che posso fare. Non posso rientrare in Siria: verrei messa in carcere o uccisa… Non è una vera battaglia, non ci sono soldati, è solo un massacro”.

A seguire verrà offerta una tazza di te’.

VI ASPETTIAMO CON LA VOSTRA POESIA PREFERITA (DA LEGGERE O FAR LEGGERE)
info centro.culturale.libra@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...